Ippolito e Dianora, cantica romantica

80,00

Giuseppe Valori, 1838

1 disponibili

COD: 110 Categoria: Tag: ,

Descrizione

Valori Giuseppe
Ippolito e Dianora , cantica romantica dell’abate Giuseppe Valori Pistoiese
Firenze, dalla Tipografia di Sansone Coen, 1838
Volumetto in 16°(15 x 9,5); di pagine 83. Legatura coeva in mezza pergamena con piatti rigidi rivestiti da bella carta marmorizzata., ben 6 pagine bianche che precedono il frontepizio e 5 pagine bianch eal fondo. Una delle piazze più caratteristiche d’Oltrarno, piazza Santo Spirito, il quartiere fiorentino per anotonomasia è lo scenario di una romantica storia alla Giulietta e Romeo, senza finale tragico però. Dianora de’ Bardi è la nostra Giulietta, un angelo biondo e di famiglia benestante. Ippolito Buontalenti è il nostro Romeo, ammaliato dai suoi occhi azzurri. I due si innamorarono all”oscuro delle famiglie rivali. Baci rubati, arrampicamenti notturni, finestre aperte, arresti e mille impedimenti. Ma l’amore si sa, è più forte di tutto ed il popolo di Santo Spirito voleva vederli uniti. Le famiglie acconsentirono a far sposare i due innamorati. Come alla fine di ogni favola che si rispetti, vissero felici e contenti. Ottima copia minimi segni del tempo.