In memoria di Giovan Battista Guiducci (Arezzo)

50,00

R. Accademia Petrarca di Scienze, Lettere ed Arti in Arezzo, 1924

1 disponibili

COD: 297 Categoria:

Descrizione

AA.VV.
In memoria di Giovan Battista Guiducci Vicepresidente della R. Accademia Petrarca di Scienze, Lettere ed Arti in Arezzo
Arezzo, Stab. Tip. E. Zelli nell’Orfanotrofio e Pia Casa, 1924
Vol. in 8°(25 x 17); pagine XVI, 80, con ritratto fotografico a piena pagina. Brossura editoriale con autore, titolo, editore e anno di stampa in copertina. Trattasi del Volume IV del 1924 Nuova Serie di ATTI E MEMORIE della R. Accademia Petrarca di Scienze, Lettere ed Arti in Arezzo, contiene: “In memoria di Giovan Battista Guiducci Vicepresidente”.
L‘Accademia Petrarca di Lettere Arti e Scienze di Arezzo nacque nelle strutture attuali nel 1787, nel fervore illuministico d‘avanguardia della Toscana governata dal grande Pietro Leopoldo d‘Asburgo-Lorena. Essa sorse dalle ceneri delle precedenti Accademie, la piú importante delle quali, l‘Accademia dei Forzati, era stata costituita nel 1683, dietro i suggerimenti dell‘aretino Francesco Redi, uno degli iniziatori della scienza moderna, che ne scelse anche l‘impresa. La biblioteca personale del Redi costituí il primo nucleo di quella dell‘Accademia. L‘Accademia opera ininterrottamente dal 1810, come punto di riferimento della piú alta cultura cittadina. Nel secolo XIX ne furono soci alcune tra le piú illustri personalitá italiane, come i letterati Niccoló Tommaseo, Alessandro Manzoni, Silvio Pellico, Cesare Cantú, Giosué Carducci, Giacomo Zanella, etc., e straniere, come Georges Sand e Theodor Mommsen. Furono soci anche alcuni celebri uomini politici come Camillo Benso conte di Cavour, Alfonso Lamarmora, Bettino Ricasoli e tanti altri, anche stranieri, soprattutto francesi. Vi si dibattevano, fra i vari argomenti, problemi attuali come la costruzione delle ferrovie, e vi si tenevano pure manifestazioni mondane. Ottima copia con minimi segni del tempo.