Versi estemporanei

80,00

Nuovi versi estemporanei di Rosa Taddei

1 disponibili

COD: 56 Categoria: Tag:

Descrizione

Taddei Rosa
Nuovi Estemporanei di Rosa Taddei tra le pastorelle d’Arcadia Licori Partenopea raccolte senza l’aiuto di Stenografa da G. B. Trabalza di Foligno Spoleto Tipografia Bassoni 1826
In 16°(16 x 11,5);  pagine 120.  Brossura editoriale con autrice e titolo entro cornice tipografica, belle carte e belle barbe. Ottima copia con minimi segni del tempo.

Rosa  Taddei
Nota anche con il nome da sposata di Rosa Taddei Mozzidolfi, nacque nel 1799. Il luogo di nascita non è sicuro: Napoli, Trento, o Corato in Puglia.  Lei comunque si considerò sempre napoletana. La sua era una famiglia di attori famosi: il capostipite, Francesco “Ciccio” Taddei, mantenne per trenta anni con notevole successo una troupe di attori. Il fratello di Rosa, Luigi, fu noto come attore, pittore e poeta.
Rosa stessa fu ricordata come una delle più belle e talentuose attrici tragiche dell’epoca, ma è passata alla storia soprattutto per le sue doti di poetessa “estemporanea”, improvvisatrice. Quello della improvvisazione poetica era un genere molto  diffuso all’epoca, e richiedeva la capacità di improvvisare con facilità versi eleganti creati al momento, il cui argomento era usualmente proposto dagli spettatori. Questa sua abilità la rese così famosa da essere accettata in Arcadia, col nome di Licari Partenopea. Morì a Roma nel 1869.