Vita e opere di Vincenzo Racchetti

40,00

Giaocmo Uberti, 1831

1 disponibili

COD: 161 Categorie: ,

Descrizione

Uberti Giacomo
Sulla vita e sulle Opere del Professore Vincenzo Racchetti memoria di Giacomo Uberti Medico.
Brescia, per N. Bettoni e Compagni, 1831
Opuscolo molto raro, in 8°(21 x 13,5);  pagine 36. Brossura editoriale con elegante cornice tipografica ai piatti.
Interessante trattato sulla figura poliedrica di Vincenzo Racchetti. Vincenzo Racchetti nacque a Crema nel 1777 dal farmacista Andrea Racchetti e da Isabella Bellocchio. Si laureò nel 1798 in giurisprudenza a Pavia e l’anno successivo in medicina a Padova. Nel 1802 si trasferì a Milano dove fu impiegato nell’Uffizio di Sanità Militare presso il Ministero della Guerra. Nel 1807 assunse il ruolo di medico primario all’Ospedale Maggiore di Crema e nel 1810 quello di professore di Patologia e Medicina Legale nell’Università di Pavia. I lunghi studi aggravarono le sue condizioni di salute, già precaria a causa della sua gracile costituzione e, dopo una lunga malattia, morì nel 1819 all’età di 42 anni. In sua memoria in una sala dell’Ospedale Maggiore venne posta una lapide con iscrizione latina riguardante i suoi meriti e le professioni svolte in vita. Vincenzo Racchetti condusse nel corso della sua vita vari studi acquisendo una vasta cultura sia in letteratura greca e latina, sia in medicina e in altri ambiti scientifici. Questo gli permise di comporre opere in cui affrontò diversi argomenti relativi a queste scienze,accoppiando alla severità dello scienziato la cultura e l’eleganza del letterato. Fra i suoi manoscritti si sono ritrovati inoltre vari componimenti poetici e una traduzione disinvolta dei Dialoghi di Luciano. Ottima copia con minimi segni del tempo.