I fatti di Giuseppe Ebreo, scrittura inedita del buon secolo di nostra lingua

100,00

Francesco Zambrini, 1856

1 disponibili

COD: 3754 Categoria:

Descrizione

Zambrini  Francesco
I fatti di Giuseppe Ebreo, scrittura inedita del buon secolo di nostra lingua
Bologna, Tipografia Governativa alla Volpe , 1856
In 8° (16 x 23,5) ; pagine 124, (4); edizione di soli 224 esemplari, alcuni dei quali in carta grave; il nostro è uno dei pochi  in carta grave, con  dedica e firma dell’Autore alla copertina. Rarissimo e ricercato. Francesco Zambrini (Faenza, 1810 – Bologna, 1887) è stato un letterato italiano. Studioso dei testi antichi scritti in lingua volgare, fu presidente della Commissione per i testi di lingua nel 1860. Nel 1861 iniziò la stesura de Scelta di curiosità letterarie inedite o rare dal secolo XIII al XVII . Nel 1868 fondò il periodico di letteratura Il Propugnatore . La sua opera di maggiore rilievo fu il catalogo de Le opere volgari a stampa dei secoli XIII e XIV, pubblicato in prima edizione a Bologna, presso Carlo Ramazzotti libraio nel 1857, poi in edizioni successive aumentate. Brossura editoriale con titoli entro cornice alla copertina superiore. Dorso ben restaurato per il resto è copia buona.