Nozze Fuochi – Turris Giovanni Pascoli, prima edizione

1.200,00

Poesie latine di Giovanni Pascoli Iani Nemorini Silvula ad Hermenegildum Pistelli

Esaurito

Descrizione

Pascoli Giovanni, Pistelli Ermenegildo
Nozze Fuochi – Turris
Firenze Tipografia Calasanziana 1894
Rarissimo Nuptialia in 8°piccolo(20,5 x 14); pagine 12. Elegante brossura con titolo nuptialia in copertina entro  cornice tipografica. Trattasi di cinque odi-dedica che furono composte da Giovanni Pascoli e poi passate a Ermenegildo Pistelli perché fossero stampate nell’aprile 1894 in questo opuscolo per Nozze Fuochi-Turris, sotto il titolo complessivo “Iani Nemorini silvula ad Hermenegildum Pistelli”, e portano le dediche, nell’ordine : « ad H. P., ad D. Mosca, ad A. Romizi, ad F. Martini, ad H. Vitelli ». Nella lettera di dedica allo sposo premessa alla Silvula, Pistelli chiarisce il debito di riconoscenza che ha con Pascoli : Giovanni Pascoli ha stralciato da un suo codicetto prezioso una sua siluula e me l’ha mandata in regalo, con licenza di usarne a mio piacere. […] Da me non avresti avuto nulla : al più qualche lettera inedita d’uno dei soliti, o forse – inorridisci – qualche varia lectio alle disquisizioni aritmetiche del mio dolce Giamblico. Ora invece hai dei versi, e quali versi ! Poiché, come sai, e come ormai sanno tutti (forse anche i Ministri della Pubblica Istruzione) il Pascoli è latinista vero e poeta vero ; e perciò a lui, che ne scrive di così splendidi italiani, è permesso di far versi anche in latino.
È interessante  la duplice polemica del Pistelli (tipica manifestazione del suo carattere, che non rinuncia ad esibirsi anche in un’occasione festosa come il matrimonio), da un lato, auto-ironica, nei confronti della consuetudine di pubblicare, nelle plaquettes nuziali, campioni di bieca erudizione, dall’altro, a difesa e onore dell’amico, contro la burocrazia statale che continua a ignorarne il valore di latinista-poeta.
Il Pistelli fu poi il curatore dell’edizione dei Carmina del Pascoli, insieme delle poesie in latino che fu pubblicato solo dopo la morte del poeta, presso l’editore Zanichelli.
Ermenegildo Pistelli (Camaiore, 18 febbraio 1862 – Firenze, 14 gennaio 1927) è stato un presbitero, filologo, glottologo e papirologo italiano. Ottima copia con minimi segni del tempo.