Perugia e il Papato

60,00

raniero Gigliarelli, 1910

1 disponibili

COD: 64 Categorie: ,

Descrizione

Gigliarelli  Raniero
Perugia e il Papato, ossia Le fasi di un dominio. Tragedia secolare dal 1360 al 1860
Perugia, Unione Tipografica Cooperativa, 1910
Volume in 16°grande(19 x 12); pagine 121. Originale brossura editoriale illustrata con sfondo a bandiera italina , numerose illustrazioni a piena pagina a corredo della Tragedia. Ottima copia con minimi segni del tempo.

Gigliarelli Raniero
Nacque ad Assisi il 14 apr. 1850 da Michele, che dirigeva l’azienda familiare di gestione dei forni di Assisi e Trevi, e da Geltrude Bergamini. Dopo gli studi in medicina all’Università di Perugia, entrò nell’Esercito presso la direzione di Sanità militare a Roma, dove, giovanissimo capitano, vinse, in collaborazione con il suo amico e collega C. Sforza, il concorso Riberi per ricerche sulla malaria presentando un lavoro, corredato di grafici, carte e statistiche, poi pubblicato (La malaria in Italia. Con speciali considerazioni sulla distribuzione di essa nelle principali guarnigioni dell’Esercito, Roma 1885).
Personalità eclettica, il G., oltre agli studi di medicina, scrisse opere letterarie e teatrali, insegnò anatomia pittorica nell’Accademia delle belle arti di Perugia e, soprattutto, si occupò di ricerca storica. Nel 1870, quand’era ancora studente, la filodrammatica della Concordia di Perugia aveva rappresentato al teatro del Carmine la sua opera Amore e patria, in cui l’autore aveva interpretato il ruolo del protagonista. Altri due tentativi di scrittura teatrale furono il dramma inedito I medici, “pagina importantissima ed esauriente sulla psicologia del medico condotto” (L’Unione liberale, 9 marzo 1918), e la tragedia Perugia e il Papato, ossia Le fasi di un dominio. Tragedia secolare dal 1360 al 1860 (Perugia 1910) che, dedicata al moderato perugino C. Fani, a quel tempo ministro di Grazia e Giustizia, metteva in scena, utilizzando documenti d’archivio, alcuni degli eventi più significativi della storia perugina. La materia trattata vi era divisa in tre periodi preceduti da un prologo: Tentativi di dominio (7 dic. 1375); Dominio assoluto (19 dic. 1557); Caduta irreparabile (14 sett. 1860).
” 60 1