I piacentini nella Lega Lombarda

40,00

Luciano Scarabelli, 1876

1 disponibili

COD: 221 Categoria: Tag:

Descrizione

Scarabelli Luciano
I Piacentini nella Lega Lombarda commemorazione di Luciano Scarabelli in S. Antonio di Piacenza 29 Maggio 1876
Piacenza, Tipi di Antonio Del Maino, 1876
Opuscolo in 8°(26 x 18);  pagine 21. Brossura editoriale con titolo e autore all’interno di bella cornice tipografica.
Luciano Scarabelli (Piacenza, 22 marzo 1806 – Piacenza, 1878) è stato uno scrittore, storico e politico italiano. Luciano Scarabelli fu letterato ed uomo politico, è stato professore di estetica all’Accademia di belle arti di Bologna. Fu amico e allievo prediletto di Pietro Giordani e dopo un periodo di 13 anni svolto come insegnante elementare, fino la 1838, entrò in relazione con eminenti studiosi quali Gino Capponi e Giovan Pietro Vieusseux. Dopo una collaborazione con l’Archivio storico italiano fu nominato insegnante di storia e geografia a Genova presso il Collegio nazionale nel 1848. Segretario dell’Accademia di Belle arti a Milano, fu eletto deputato nel 1859, per riprendere l’insegnamento a Milano alla fine del suo mandato. Quindi si trasferì a Bologna insegnando nella cattedra di estetica all’Accademia di belle arti. Fondamentale il suo contributo per l’Archivio di stato della città. Esperto filologo e studioso di studi danteschi mirabili sono le sue edizioni a commento della Divina Commedia di Iacopo della Lana e dell’esemplare del poema dantesco donato da papa Benedetto XIV alla città di Bologna; ripubblicandolo in 200 preziosi esemplasi nel 1864. Egli fu il primo studioso che intraprese rigorosi e sistematici lavori sulla più importante opera dantesca, la Divina Commedia, collezionandone i codici danteschi, tra i quali il codice Lambertino. Nel 1865 fondò a Dresda la prima Società Dantesca: quella tedesca; mentre solo nel 1888 fu fondata quella italiana a Firenze. Egli fu in contatto con i maggiori studiosi danteschi dell’epoca tra i quali i tedeschi Carlo Witte, Giovanni Carlo Bähr, Emile Ruth, gli inglesi V. Vernon e H. C. Barlow e lo svizzero Andrea Scartazzini. Ottima copia con minimi segni del tempo.